sillabario

81LC00174

Giovan Battista Moroni, ‘Ritratto di gentiluomo ventinovenne’ (1567)

sono un pomeriggio perduto nel tempo
un ramo di gelsomino
che odora di nuvole arrampicate
un silenzio attonito che squarcia
parole tremebonde
una grotta buia
e un diorama infinito
– è in quel pomeriggio che divento
ricordo e pegno di me stesso
di quelle giornate che non dimentico
ricalcate a mano,
strappate e poi ricucite,
di tutto il sacrificio e l’amore
a tratti sgorgato tra la gente
ma sempre poi riversato
nel sillabario fremente
nei tuoi occhi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...