tienimi

464284f06e539998bebdd2f5a8d9e713

Edward Hopper, ‘The Camel’s Hump’ (1931)

a volte la luce è un tremore,
un fascio invisibile che bussa
esitante e coglie impreparati.
altre volte è impetuosa irruzione,
una curva che si snoda a precipizio
da un’estremità all’altra del tuo essere
quasi che io – qui nell’ombra –
facessi fatica a vederti.
tienimi allora, luce, ovunque promani,
riempi le mie insenature,
i fianchi montuosi, le caviglie fragili,
diffondi tutto, parla,
emanati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...