questo è

Robert Mapplethorpe, 'Tulipani' (1985)

Robert Mapplethorpe, ‘Tulipani’ (1985)

raccontami delle perseidi,
di quando annaspavi tra spore di amnesia
e ti arrestavi ai confini del mio sogno.

narrami un po’, dai tuoi occhi stropicciati,
dell’incolmabile cielo,
e poi afferra questa manciata di ferite,
baciale e sigillale come sutura.

raccoglimi nell’incavo delle tue braccia,
così rinato, così compiuto,
generato e un po’ increato,
nel fondale di luce che tutto irradia,
e tutto accoglie.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...