spasmi, carezze

Andrew Salgado, 'Untitled (After Bataille)' (2010)

Andrew Salgado, ‘Untitled (After Bataille)’ (2010)

eppure sono qui con te
muta definizione di luce e tenebra
quanto vicino e distante è l’incolmabile cuore
lo spazio – tra te e me –
è uno spasmo da controllare
un’attrazione gravitazionale
un dolore da decifrare
come correnti sotterranee
una mano che attraversa gli oceani
la collisione con le tue gambe
il tuo profumo gentile
il declivio morbido della tua testa
carezze dischiuse al mondo
in ogni giardino, in ogni fiore
rotolarsi nell’erba
e posporre groppi in gola
schiantarsi dentro
tra rughe e desideri
stretto nel tuo respiro.

Annunci

2 thoughts on “spasmi, carezze

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...