epiloghi

Cy Twombly, 'Wilder Shores Of Love' (1985)

sono sintassi libera
senza corde vocali
mi espando attraverso epiloghi dissezionati
sopra di me il mare senza fondo
sotto più ancora il cielo che ripete stanchi sillabari
circuisco il tuo cuore
riprendimi da dove ti avevo lasciato
dalla disperazione sdrucciola
note senza toni e semitoni
dagli affanni fotocopiati
ascolta e sopravvivi
trascrivi annota
mutismi sospiri finzioni
contraffazioni
posa l’orecchio, ascolta
l’assedio infinito del cuore
le foglie lacrimanti
il brusio notturno e indistinto
– ti perdo tra gli alberi e le stelle.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...