ineffabile me

Francis Bacon, Autoritratto (1971)

descrivo la tua imperfetta solitudine,
il raggiungimento estatico del mondo
che si manifesta attraverso
gli abissali silenzi di un fiore.

irraggiungibile tepore mi concedo
tra sguardi diroccati di penombre.

Annunci

2 thoughts on “ineffabile me

  1. Belle le poesie, Paolo.
    Mi piace: “leggimi come frana inesauribile del cuore” e “irraggiungibile tepore mi concedo tra sguardi diroccati di penombre”.
    La tua scrittura, lucida nel sezionare parti di corpo e stati dell’anima, evoca un pò quella di Valerio Magrelli. Lo stile è tuo però e lo trovo molto curato.
    Auguri.
    Vincenzo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...